Come configurare il backup di Home Assistant grazie all’add-on Home Assistant Google Drive Backup.

Come ti avevo accennato nello scorso articolo, oggi vedremo come effettuare il backup di Home Assistant.

Il nostro server domestico, come qualsiasi server, è soggetto ad usura e inoltre visto che modifichiamo di continuo il codice e la configurazione è necessario effettuare il backup spesso.

Su Home Assistant i backup si chiamano istantanee e rappresentano la “fotografia” del sistema al momento del salvataggio.

Le istantanee vengono salvate da Home Assistant sulla scheda SD su cui è installato il sistema e per questo motivo in caso di danni alla SD rischiamo di perdere tutto, sistema e backup.

Ecco la ragione per cui ti ho fatto installare l’add-on Home Assistant Google Drive Backup che in pratica si occupa di salvare le tue istantanee sul tuo account Google.

In questo modo se anche si dovesse danneggiare la micro SD potrai comunque recuperare il backup dal tuo Google Drive.

Vediamo nel dettaglio come configurare l’add-on appena installato.

Dopo aver avviato l’add-on (avendo cura di selezionare la voce “mostra nella barra laterale”) troverai nella barra una nuova voce “Snapshot”.

Cliccando su Snapshot si aprirà una schermata che ti chiede di autenticarti nel tuo account di Google, passaggio necessario per configurare il backup.

Dopo aver effettuato l’accesso a Google la schermata ti mostrerà il numero di istantanee presenti sul tuo Raspberry e ti chiederà di autorizzare la copia delle stesse su Drive.

Così configurato l’add-on si occupa esclusivamente di copiare i tuoi backup da micro SD a Drive, ora invece dobbiamo impostare il backup automatico.

Per farlo dovrai selezionare la voce setting in alto a destra e definire:

  • il numero di istantanee da mantenere sulla scheda SD (consiglio non più di 4)
  • il numero di istantanee da mantenere su Drive (consiglio non più 4)
  • ogni quanti giorni effettuare il backup (2 o 3 al massimo)
  • l’orario in cui effettuare il backup (quando ritieni più opportuno)

Con queste impostazioni il tuo add-on è pronto a creare backup sostituendo quelli più recenti ai più vecchi.

Uno dei momenti più importanti in cui effettuare un backup è prima dell’aggiornamento di sistema e infatti ad ogni aggiornamento ti viene chiesto di effettuare un’istantanea.

Per essere sicuri che la nuova versione sia pienamente compatibile con le tue configurazioni ti ho fatto installare un altro add-on “Check Home Assistant configuration”.

Quando ricevi la notifica della disponibilità di un aggiornamento di sistema apri la pagina degli add-on e seleziona “Check Home Assistant configuration”.

Clicca su start (o se è già avviato clicca su “restart”) e controlla il log (registro), se appare la scritta “configuration check finished – no error found” puoi procedere con l’aggiornamento.

Se invece ci dovesse essere qualche segnalazione di errore, dovrai prima correggerli per evitare di perdere alcune funzionalità del tuo server con l’aggiornamento.

Con questa guida abbiamo completato la parte teorica necessaria per la prima configurazione di Home Assistant, quindi prossimamente vedremo qualche esempio pratico.

Continua a seguirmi anche su Facebook e Telegram