Cosa sono i Blueprints di Home Assistant? Scopriamolo insieme guardando un esempio di campanello domotico.

Oggi introduciamo i Blueprints di Home Assistant, ovvero i progetti di automazione realizzati da altri utenti della community e resi disponibili per la personalizzazione.

Ormai parliamo di Home Assistant da diversi mesi e una delle cose più importati di questo assistente domotico è la community che lo supporta.

Home Assistant, infatti, grazie ad una community molto attiva e piena di idee, è un progetto sempre più completo e ricco di funzionalità di ogni genere.

Una delle funzionalità più apprezzate dagli utenti sono i Blueprints (o progetti), una specie di modelli di automazione da personalizzare a cura dell’utente finale.

In pratica ogni utente può creare un’automazione basata su trigger, condizioni e azioni, schematizzate e poi condividerla con la community.

Ogni utente che scarica (o meglio importa) il Blueprint nel proprio server domotico deve poi personalizzarlo con le proprie entità e dispositivi per renderlo funzionale.

Il concetto è semplice e molto utile, cerchiamo di renderlo chiaro con un esempio.

Immaginiamo l’utente X che scrive il suo Blueprint partendo da una serie di concetti teorici che si basano sui seguenti dispositivi:

  • una webcam
  • un tasto fisico (o una qualsiasi entità) che possa avere uno stato ON/OFF

Con questi due dispositivi l’utente X progetta un’automazione che funziona nel seguente modo:

  • alla pressione del tasto fisico (che quindi diventa il trigger) la webcam scatta una foto e salva l’immagine nella cartella DOORBELL;
  • l’immagine viene inviata come notifica sullo Smartphone / iPhone (o gruppo di dispositivi) corredata di 3 pulsanti attivi;
  • i 3 pulsanti permettono di compiere queste azioni: DASHBOARD (per aprire il nostro Home Assistant nella sua schermata principale), Configurabile1, Configurabile2.

Opzioni ulteriormente configurabili saranno la scelta della suoneria della notifica (per iPhone) e il tempo di funzionamento dei 3 pulsanti nella notifica.

Terminata la progettazione l’utente X salva il Blueprint e lo posta sul forum per renderlo disponibile alla community.

A questo punto qualsiasi utente può importare il Blueprint dal forum alla sua istanza di Home Assistant.

Il Blueprint importato crea un’automazione che andrà configurata secondo le proprie effettive esigenze.

L’utente quindi inserisce i nomi dei dispositivi (il tasto fisico e la webcam), i device a cui inviare la notifica, le azioni da compiere con i pulsanti configurabili (ad esempio apertura porta o attivazione di un microfono).

A questo punto tutto dovrebbe funzionare, ma, nel caso qualcosa sia andato storto, sul forum è possibile chattare con l’autore ed esporre problemi e soluzioni.

L’esempio di Blueprint di cui ti ho appena parlato è disponibile sul forum di Home Assistant al seguente indirizzo:

https://community.home-assistant.io/t/doorbell-cam-actionable-nitification/414976

Ti consiglio di attivare la traduzione automatica sul tuo browser per leggere i contenuti nella tua lingua preferita.

Consultando spesso il forum troverai molte idee interessanti per sfruttare tutte le potenzialità di Home Assistant.

Continua a seguirmi anche su Facebook e Telegram