Come attivare l’app IO per avere i servizi della pubblica amministrazione a portata di click.

Oggi ti parlo di IO l’app della Pubblica Amministrazione per usufruire di bonus e servizi.

Negli ultimi anni lo Stato ha puntato molto sulla digitalizzazione e in particolare per snellire la burocrazia sono stati introdotti servizi digitali rivolti al cittadino e alle imprese.

L’app IO ti mette a disposizione i servizi (certificazioni, pagamenti elettronici, bonus, sconti, cashback) forniti dalle amministrazioni pubbliche evitandoti lunghe code agli sportelli.

Ma vediamo come funziona.

Per prima cosa devi scaricare l’app sul tuo Smartphone, quindi al primo accesso ti verrà chiesto di farti riconoscere.

Il riconoscimento avviene o con CIE (la carta d’identità elettronica) o utilizzando lo SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale).

Se ancora non hai lo SPID qui ti ho spiegato come ottenerlo, ti consiglio di farlo al più presto in quanto ti servirà sempre più spesso.

Ora che sei stato riconosciuto dall’app IO puoi iniziare a configurarla. È tutto molto semplice ed intuitivo anche perché sarai guidato nelle operazioni dalla app stessa.

Dopo aver definito un codice di sblocco (che puoi associare al sensore biometrico del tuo Smartphone per rendere più facile l’accesso) avrai accesso all’app.

Le schede disponibili sono:

  • messaggi
  • portafoglio
  • servizi
  • profilo

La scheda messaggi ti mostra le comunicazioni ricevute dall’app ordinate per data (dal messaggio di benvenuto alle comunicazioni di pagamenti effettuati passa tutto da qui).

Nella scheda portafoglio visualizzi il riepilogo dei pagamenti digitali effettuati verso la pubblica amministrazione.

Poiché l’app si interfaccia con PagoPA il sistema di pagamento elettronico della pubblica amministrazione, tutto ciò che paghi attraverso questo canale sarà visibile anche nell’app.

Se ad esempio utilizzi bancomat o carta di credito per pagare un servizio alla tesoreria del tuo Comune oppure il bollo auto, le operazioni vengono immediatamente rese disponibili sull’app.

Da questa scheda puoi anche pagare un avviso (bollettino o cartella esattoriale) direttamente inquadrando il QR Code riportato sul documento.

Nella parte alta della scheda portafoglio trovi inoltre le schede per aggiungere metodi di pagamento (carte di credito, bancomat o conti virtuali come Paypal) e per attivare bonus (bonus vacanze, sconti).

In questa sezione a breve verrà implementata la funzione per attivare il piano cashback, un sistema con cui lo Stato ti restituisce una percentuale (10%) degli acquisti fatti con pagamenti elettronici.

La scheda successiva è quella dei servizi suddivisi tra locali (in base alla tua area di interesse) e nazionali.

Per ogni servizio disponibile puoi definire come ricevere le notifiche e le informazioni.

A breve verranno implementati servizi da tutti i Comuni compresa la possibilità di ricevere certificati o inviare autocertificazioni direttamente dall’app.

L’ultima scheda disponibile è quella del profilo in cui puoi modificare il codice di sblocco e visualizzare il tuo “tesserino del codice fiscale” con relativo codice a barre.

Dopo questo rapido excursus dell’interfaccia di IO permettimi qualche breve considerazione.

Nei prossimi mesi saranno implementati servizi di archiviazione certificati, nuovi metodi di pagamento e soprattutto verrà sviluppata la versione web dell’applicazione.

Il mio consiglio è quello di installarla e cominciare ad usarla potrai apprezzarne la semplicità e la funzionalità.

Le code agli sportelli per avere un certificato o per pagare un avviso saranno solo un ricordo.

Continua a seguirmi perché parleremo ancora sia di IO che di altri servizi digitali e se vuoi raccontarmi le tue esperienze con la pubblica amministrazione lasciami un commento.