Una panoramica sulle procedure per creare il proprio server domotico con Home Assistant installato su Raspberry PI4

Questo articolo è l’introduzione ad un argomento che tratteremo nei prossimi mesi tramite articoli e approfondimenti dedicati, creare il proprio server domotico.

Una delle valutazioni principali che si fanno quando si decide di cominciare ad automatizzare la propria casa è quali dispositivi scegliere per poter gestire tutto con una sola app.

Spesso però ci accorgiamo che le caratteristiche di alcuni dispositivi non sono disponibili per ogni marca e quindi ci ritroviamo ad acquistare elementi da più case produttrici che non sempre sono compatibili tra loro.

Una delle soluzioni che vengono incontro è quella di scegliere dispositivi compatibili con il nostro hub domotico:

I problemi che si creano in questi casi sono in particolare:

  • la mancanza di alcune funzionalità dell’app nativa del dispositivo tra quelle disponibili sull’hub scelto
  • il passaggio necessario su server proprietari delle case produttrici dei dispositivi per farli dialogare con l’hub

Per ovviare le scelte sono soltanto 2:

  • accontentarsi della soluzione mono marca (con tutte le limitazioni del caso)
  • costruirsi un proprio server domotico

Nel primo caso tutto funzionerà secondo la logica della casa produttrice del dispositivo e potrai gestire la tua casa tramite l’app proprietaria.

Nel secondo caso, invece, potrai mettere insieme dispositivi di marche diverse, tecnologie differenti e gestire tutto secondo la tua logica di funzionamento.

Per creare un server domotico hai bisogno di un PC che rimanga sempre acceso su cui installare un software che gestirà i dispositivi.

Può sembrare un progetto complicato ma ti assicuro che basta un po’ di buona volontà e un investimento di pochi euro per creare un server funzionante e poliedrico.

Per quanto riguarda il PC ti consiglio di acquistare un Raspberry PI4 (te ne ho parlato qui), un dispositivo tanto piccolo quanto potente.

Sul Raspberry puoi installare un vero e proprio server domotico che viene distribuito sotto forma di sistema operativo.

Sto parlando di Home Assistant, un software per l’automazione fai da te versatile e programmabile a piacimento.

Home Assistant è nato come applicazione Python e nel corso degli anni si è evoluto fino a diventare un vero e proprio sistema operativo.

Il connubio tra Home Assistant e Raspberry permette la realizzazione di un server domestico in pochi semplici passaggi.

Per semplificare il tutto, inoltre, gli sviluppatori hanno creato un’interfaccia molto user friendly che ci permetterà in modo molto semplice ed intuitivo di programmare il tutto senza dover ne conoscere ne tantomeno scrivere una riga di codice.

Nei prossimi articoli vedremo come installare Home Assistant sul nostro Raspberry e quali sono le operazioni preliminari per creare un server domotico.

Continua a seguirmi anche su Facebook e Telegram.