Breve presentazione dell’integrazione Google Calendar per creare un calendario domotico in Home Assistant.

Oggi vediamo come creare un calendario domotico ovvero gestire le azioni di Home Assistant tramite impegni sul calendario.

Il discorso può sembrare un po’ surreale e complesso ma in realtà se ci pensiamo bene avere delle automazioni collegate agli eventi ci permettono di ottimizzare l’uso di Home Assistant.

Tanto per fare un esempio potremmo decidere di impostare un determinato colore dell’illuminazione di una stanza quando siamo impegnati in una videoconferenza.

O ancora possiamo far spegnere la TV della stanza dei bambini quando è arrivato il momento di prepararsi per andare a scuola.

E perché no si può perfino impostare una determinata scena in base ad un evento in calendario ad esempio riprodurre una certa playlist durante una festa.

In definitiva qualunque evento creato in calendario può determinare un certo comportamento del nostro assistente domestico.

Vediamo quindi come procedere per integrare Google Calendar in Home Assistant.

Per prima cosa dovremo recarci al seguente link https://console.developers.google.com/start/api?id=calendar e creare un nuovo progetto, quindi andare in “vai alle credenziali” e successivamente cliccare su “annulla”.

A seguire selezionare “configura schermata di accesso” dalla barra laterale e cliccare su “configura schermata di consenso”.

Successivamente selezionare “esterno” sulla pagina “user type” e cliccare su “crea”, impostare il nome dell’applicazione Home-Assistant”.

Su “supporto email” indichiamo la nostra email e la ripetiamo nelle informazioni di contatto dello sviluppatore.

Dopo aver salvato recarsi alla voce credenziali e cliccare su “crea credenziali”, selezionare “ID client OAuth” e successivamente, come tipo di applicazione, “TV e dispositivi di immissione limitata”.

Nel box sottostante inseriamo “Credenziali Home Assistant” quindi clicchiamo su “crea”, otterremo in questo modo 2 codici:

  • Client ID
  • Client Secret

Questi codici vanno copiati e conservati in luogo sicuro in quanto ci serviranno per configurare l’integrazione di Home Assistant.

Il passaggio successivo è la verifica delle “API di Google Calendar”, se nella pagina seguente il pallino in corrispondenza di “API abilitata” è verde allora va bene così altrimenti va abilitata.

A questo punto possiamo procedere con la configurazione di Home Assistant.

Aggiungiamo al file configuration.yaml il seguente codice:

google:

  client_id: CLIENT_ID (che avete annotato in precedenza)

  client_secret: CLIENT_SECRET (che avete annotato in precedenza)

verifichiamo la configurazione e poi riavviamo Home Assistant.

Dopo il riavvio potrebbe comparire una notifica che ci chiede di vistare il sito di Google Calendar per connetterlo ad Home Assistant tramite codice di verifica.

In tal caso copiamo il codice e lo incolliamo nell’apposita casella che si aprirà cliccando sul link.

Terminata la procedura di accesso vedremo la scheda “calendario” nella barra laterale di Home Assistant.

A questo punto hai la possibilità di visualizzare su Home Assistant il tuo calendario e quindi tutti gli eventi che aggiungi su di esso.

Ma, cosa ancora più interessante, puoi creare automazioni che tengano conto di quando si verifica un evento per effettuare delle azioni.

In pratica nelle tue automazioni dovrai utilizzare come trigger lo stato del tuo calendario e specificare che quando questo diventa ON (state to: ‘ON’) deve essere eseguita una determinata azione.

Con questo tipo di configurazione al verificarsi di un qualsiasi evento si attiva l’automazione, è possibile tuttavia assegnare un nome all’evento e attivare l’automazione solo in determinate circostanze.

Se, ad esempio, crei un evento dal titolo “cena_romantica” sul tuo calendario potrai usare come trigger lo stato del calendario quanto diventa (to:) “cena_romantica” e magari far partire una playlist con le vostre canzoni preferite e impostare le luci soffuse.

Continua a seguirmi anche su Facebook e Telegram