Una panoramica tra le funzioni del programma di videoscrittura di Big G, Google Docs molto più di un editor di testo.

Oggi continuiamo la nostra panoramica tra le app della Suite di Google e in particolare parliamo di Google Docs molto più di un editor di testo.

Google Docs è una delle alternative gratuite a Microsoft Word che grazie alla piena integrazione nell’ecosistema Google è utilizzabile in qualsiasi contesto e con qualsiasi dispositivo.

Docs (o Documenti in italiano) è un software molto potente che lavora principalmente online grazie all’appoggio di Google Drive.

Per utilizzarlo è sufficiente aprire la pagina dedicata da un qualsiasi browser compatibile (Firefox, Edge, Chrome, Safari) ed accedere con il tuo account Google.

Appena aperto potrai scegliere di creare un nuovo documento partendo da un modello (ce ne sono per tutte le esigenze) o da un documento vuoto.

La prima operazione che dovrai compiere una volta creato il tuo documento sarà assegnargli un nome e successivamente decidere se condividerlo.

La condivisione è importante perché puoi farla in due modi:

  • come collaboratori (chi accede al documento può anche modificarlo)
  • come visualizzatori (chi accede visualizza ma non può modificare)

In particolare, se condividi il documento con altri collaboratori, le modifiche saranno visibili a tutti in tempo reale.

Praticamente potete elaborare il documento contemporaneamente e rendere così il lavoro veloce e divertente.

Docs ti permette anche di caricare documenti che hai già disponibili in altri formati (html, .doc, .odt, .rtf, ecc.) e decidere se mantenere il formato originale o convertirli in formato Docs.

Google Docs è utilizzabile anche offline (selezionando l’apposita voce tra le impostazioni) ma ovviamente i cambiamenti apportati non verranno salvati fin quando non torni online.

Le funzioni dell’app sono le classiche che troveresti in qualsiasi editor di testo ma Docs si contraddistingue per alcune particolarità che lo rendono unico.

Ad esempio puoi scrivere un commento e taggare direttamente la persona a cui è rivolto, in questo modo il tuo collaboratore riceverà una notifica e potrà intervenire immediatamente sul documento.

Per farlo ti basta selezionare la parte del testo che buoi commentare e cliccare sull’apposito tasto in alto a destra.

Tra le altre interessanti funzioni troviamo la possibilità di aggiungere parole non riconosciute al dizionario oppure la digitazione vocale (dettare il testo tramite il microfono) comprensiva anche di punteggiatura.

Per chi è abituato ad utilizzare le scorciatoie da tastiera tramite PC, oltre alle classiche combinazioni per la formattazione del testo, troviamo anche:

  • Apri cronologia revisioni: CTRL+ALT+MAIUSC+H
  • Apri il dizionario: CTRL+MAIUSC+Y
  • Conteggio parole: CTRL+MAIUSC+C
  • Vai al successivo errore di ortografia: CTRL+’
  • Vai al precedente errore di ortografia: CTRL+;
  • Apri la chat all’interno del documento: MAIUSC+ESC

Per oggi ci fermiamo qui, nei prossimi articoli parleremo anche di Fogli e Presentazioni altre 2 app della suite di Google.

Continua a seguirmi anche su Facebook e Telegram.