Presentazione di Shelly EM abbinato ad impianto fotovoltaico, vediamo come ottimizzare i consumi

In questo articolo ti parlo di impianto fotovoltaico e di come ottimizzare i consumi abbinando uno Shelly EM, dispositivo WIFI per la gestione dei carichi.

Se hai un impianto fotovoltaico saprai sicuramente che per una questione di costo dell’energia, quella da te prodotta andrebbe consumata piuttosto che rivenduta al gestore.

Gli impianti fotovoltaici, detti anche di scambio sul posto (SSP) producono energia che se non consumata viene rivenduta al gestore.

Tuttavia il prezzo di acquisto dell’energia prodotta dal tuo impianto è molto più basso di quello dell’energia che acquisti dal gestore quando ne hai bisogno.

Ecco perché è consigliabile sfruttare il più possibile l’energia autoprodotta cercando di consumarla tutta.

Il discorso cambia se il tuo impianto prevede anche degli accumulatori (batterie), in questo caso infatti l’energia prodotta viene stoccata nelle batterie e solo quella in eccesso rivenduta.

Normalmente per sfruttare l’energia autoprodotta il modo migliore è programmare gli elettrodomestici perché si attivino quando c’è maggiore produzione.

Uno dei modi più validi per consumare la propria energia è quello di inserire nell’impianto un dispositivo che misuri la produzione ed il fabbisogno.

Così facendo si potrà facilmente gestire la produzione allineandola con la richiesta di energia dei tuoi elettrodomestici.

Come realizzare questa soluzione?

Con uno Shelly EM, un dispositivo che tramite 2 sonde (pinze amperometriche) e una connessione WIFI può facilmente monitorare il tuo impianto fotovoltaico.

Ti basta collegare le 2 pinze amperometriche rispettivamente al cavo di fase della linea elettrica che dal contatore Enel entra in casa ed al cavo di fase del tuo impianto fotovoltaico.

Per l’installazione delle pinze non sono necessari lavori di cablaggio, basta aprire l’anello e richiuderlo intorno al cavo della fase.

Una volta installate le pinze, dovrai collegarle allo Shelly EM, dopodiché ti basta scaricare l’app Shelly Cloud ed avviare il rilevamento del dispositivo.

Una volta configurato lo Shelly EM sull’app potrai immediatamente vedere i valori dell’energia prodotta ed il consumo istantaneo.

Se nel tuo impianto hai inserito altri dispositivi di controllo remoto degli elettrodomestici come interruttori wifi o prese Smart potrai facilmente gestire i consumi impostandone il funzionamento nei momenti di maggiore produzione di energia.

La gestione dei consumi può essere fatta da te in modo manuale ma sicuramente la strada migliore per ottenere un buon risultato è scrivere un’automazione.

L’automazione puoi crearla direttamente all’interno dell’app andando a definire le soglie minime e massime di produzione di energia per far attivare gli elettrodomestici.

Ovviamente dovrai calibrare il sistema sulla base delle tue esigenze e delle caratteristiche del tuo impianto elettrico e fotovoltaico.

In un prossimo articolo ti parlerò di come evitare che “salti” il contatore se gli elettrodomestici in funzione contemporaneamente consumano troppo, sempre grazie allo Shelly EM.

Continua a seguirmi anche su Facebook e Telegram