Rapida panoramica sulle possibili soluzioni per integrare Broadlink su Home Assistant tramite l’acquisizione dei codici

Oggi vediamo come integrare Broadlink su Home Assistant e quindi utilizzare i codici appresi dai telecomandi per creare automazioni.

Ti ho già parlato in altri articoli della comodità di utilizzare i dispositivi Broadlink per rendere Smart qualsiasi telecomando IR o RF.

Tuttavia fino ad ora avevamo visto come utilizzare il Broadlink tramite la sua applicazione, ma in questa guida vedremo come integrarlo in Home Assistant.

Partiamo subito col dire che ci sono vari metodi per gestire i dispositivi Broadlink in Home Assistant.

Quello che vedremo oggi è un metodo apparentemente complesso che però ci consente di utilizzare i codici appresi con estrema semplicità.

Partendo dal presupposto che tu abbia già configurato un Broadlink tramite la sua app la prima azione da compiere su Home Assistant è recarsi nella scheda integrazioni.

Tra le integrazioni ricerca BROADLINK e segui le istruzioni a video per aggiungere il tuo dispositivo Broadlink (dovrai assegnargli un nome da utilizzare in seguito).

Dopo aver effettuato l’integrazione riavvia il server tramite la scheda impostazioni è controlli server è riavvia.

Ora che il tuo dispositivo Broadlink è integrato in Home Assistant puoi recarti nella scheda Strumenti per gli Sviluppatori è Servizi e selezionare la voce “remote.learn_command”.

Ricordati di inserire nella parte di codice sottostante il servizio i seguenti dati:

entity_id: remote.NOME_DEL_BROADLINK

device: NOME DEL TELECOMANDO VIRTUALE

command: NOME DEL TASTO DA ACQUISIRE

clicca quindi su CHIAMA SERVIZIO e segui le istruzioni a video, in questo modo potrai acquisire il codice del tasto premuto sul telecomando che vuoi gestire.

Ripeti l’operazione per ogni tasto che intendi duplicare avendo cura di cambiare il nome del tasto ad ogni codice per evitare di sovrascriverlo.

Terminata la procedura di acquisizione dei codici sei già pronto ad utilizzarli tramite il servizio remote.send_command.

Questo significa che progettando un’automazione potrai utilizzare il comando remote.send_command inserendo i dati:

entity_id: remote.NOME_DEL_BROADLINK

device: NOME DEL TELECOMANDO VIRTUALE

command: NOME DEL TASTO

Come vedi la procedura è semplice, l’unica accortezza è quella di ricordare esattamente come hai chiamato i tasti del telecomando per evitare di commettere errori in scrittura che non farebbero funzionare l’automazione.

I codici che acquisisci vengono salvati in un file che puoi facilmente raggiungere dal tuo PC grazie all’add-on Samba Share.

Il file dei codici (è nascosto quindi per visualizzare devi abilitare la visualizzazione degli oggetti nascosti) è nel seguente percorso:

config/.storage/broadlink_remote_MAC_ADDRESS_codes.json

Per ogni tasto salvato troverai il nome seguito dal codice vero e proprio rappresentato da una stringa alfanumerica delimitata dalle virgolette.

La possibilità di consultare il file ti permette di verificare i nomi che hai assegnato ai tasti per evitare errori di programmazione.

Come ti accennavo ci sono altri metodi per acquisire e gestire i codici di cui parleremo la prossima volta.

Continua a seguirmi anche su Facebook e Telegram