Una breve guida per integrare l’UPS in Home Assistant tramite porta USB e creare automazioni in base allo stato di funzionamento

Oggi vedremo come integrare l’UPS in Home Assistant, riprendendo quanto avevamo accennato nello scorso articolo dedicato ai gruppi di continuità.

Per la guida utilizzerò l’UPS Tecnoware ERA Plus 1100 che ho pubblicizzato nell’articolo precedente.

La prima operazione da effettuare è quella di collegare l’UPS tramite porta USB al tuo server domotico.

Successivamente, dalla schermata principale di Home Assistant vai su Supervisor e nella scheda “Negozio componenti aggiuntivi” ricerca “Network UPS Tools”.

Dopo aver installato l’add-on non avviarlo ma recati nella scheda configurazione e, nella sezione opzioni, copia il seguente codice al posto di quello proposto:

users:

  – username: nutty

    password: password

    instcmds:

      – all

    actions: []

devices:

  – name: tecnoware

    driver: blazer_usb

    langid_fix: 1033

    desc: Technoware Era Plus 1100

    port: auto

    config: []

mode: netserver

shutdown_host: ‘false’

l’unica cosa da cambiare è la password impostandone una a tua scelta. Dopo aver salvato la configurazione vai nella scheda “rete” ed inserisci il numero della porta 3493, quindi salva.

Adesso puoi avviare l’add-on, quindi apri la scheda “registro” e controlla i log. Quando leggerai “Logged into UPS techonware@localhost” potrai continuare con i prossimi passaggi.

È arrivato il momento di aggiungere l’integrazione, per farlo vai nella sezione “impostazioni” di Home Assistant e clicca su Integrazioni è Aggiungi integrazione.

Nella barra di ricerca inserisci NUT e clicca su Network UPS Tools, nella finestra successiva lascia tutto invariato e clicca su “invia”.

A questo punto dovrai selezionare quali “entità” del tuo UPS desideri monitorare, ti consiglio di lasciarle tutte perché ti permetteranno di creare diverse automazioni, per completare clicca su “INVIA”.

Ora che hai correttamente integrato l’UPS ad Home Assistant puoi divertiti a creare tutte le automazioni che vuoi in base allo stato di funzionamento.

Potresti, ad esempio, creare un’automazione che ti avvisi tramite notifica sullo Smartphone di quando viene interrotta la corrente.

Analogamente puoi crearne una che ti avvisi sul ripristino della rete elettrica. Un’automazione interessante potrebbe essere quella che ad un certo livello di batteria dell’UPS arresta Home Assistant. Questo è utile per prevenire danni derivanti da un arresto anomalo.

Come vedi le possibilità di impiego dei dati relativi all’UPS sono davvero tante, ovviamente affinché funzionino le notifiche dovrà essere alimentato dal gruppo di continuità anche il modem/router.

Continua a seguirmi anche su Facebook e Telegram