Le chat vocali di Telegram si aggiornano e portano una serie di novità nell’utilizzo quotidiano di questo strumento davvero molto utile

Le chat vocali di Telegram si aggiornano alla versione 2.0 portando con se una serie di novità interessanti.

In un mio precedente articolo ti ho già parlato delle chat vocali di Telegram e dell’utilizzo molto interessante di questa caratteristica.

Oggi vediamo insieme quali novità ci sono con l’aggiornamento di pochi giorni fa.

La prima novità è che adesso ogni canale può ospitare la sua chat vocale a cui può partecipare un numero illimitato di utenti.

Precedentemente questa funzione era riservata ai gruppi, con l’estensione anche ai canali di fatto Telegram si pone come diretto avversario di Clubhouse un social basato esclusivamente sull’audio nato da circa un anno.

Una grossa novità indubbiamente soprattutto se consideri che ora è possibile anche registrare la chat vocale, caratteristica che permette di caricare l’audio in un secondo momento e renderlo disponibile anche successivamente alla diretta.

Le chat vocali possono essere considerate alla stregua di una radio tematica che con la registrazione assume i connotati di un podcast.

Ovviamente trattandosi di una chat è possibile per ogni partecipante intervenire, parlando o alzando la mano per chiedere la parola.

Quando le chat vengono registrate il nome della chat appare in rosso in modo che ogni partecipante sappia della registrazione in corso.

Ti ho accennato all’alzata di mano in quanto, per evitare che tutti parlino contemporaneamente gli amministratori possono gestire i microfoni dei partecipanti ed autorizzare a parlare quelli che ne fanno richiesta (tramite appunto la funzione alza la mano).

Un’altra interessante caratteristica è quella di poter condividere il link della chat vocale come speaker o ascoltatore.

In questo modo puoi gestire facilmente la chat senza dover intervenire singolarmente sul microfono di ogni partecipante.

Ora le chat vocali mostrano la biografia del partecipante così da rendere più semplice il collocamento degli utenti nelle singole chat che inoltre possono essere rinominate con un titolo che ne dichiari la finalità.

Infine c’è la possibilità di unirsi alla chat con il nome del proprio canale invece che con il proprio account, molto utile per i personaggi famosi che evitano in questo modo una pioggia di messaggi dai fan sul profilo personale.

La grande versatilità delle chat vocali di Telegram restituisce all’utente un’esperienza eccellente sia tramite app Android e iOS che su Web tramite la piattaforma Telegram Web.

In conclusione con questo aggiornamento Telegram è riuscito a migliorare una funzione già molto ben fatta e anche se ancora non spopolano sono certo che torneremo a parlare delle chat vocali.

Per oggi è tutto, continua a seguirmi anche su Facebook e Telegram.