Introduciamo il concetto di notifiche di Home Assistant, da inviare agli Smartphone o in plancia a seconda del servizio

Oggi parliamo delle notifiche di Home Assistant, un pratico servizio che integrato nelle automazioni ti permette di ricevere feedback sulle azioni compiute dal server domotico.

Continuando la serie di articoli dedicati ad Home Assistant siamo arrivati alle notifiche, un servizio fondamentale per il buon andamento delle nostre automazioni.

Come ogni server domotico che si rispetti anche il nostro Home Assistant ha un servizio integrato di notifiche che si può facilmente attivare e configurare tramite il servizio Notifica e Notifica Persistente.

La differenza tra le due tipologie di notifiche è presto spiegata:

  • Notifica è il servizio tramite il quale arriva una notifica a schermo sul display dello Smartphone su cui è installata la app di Home Assistant, l’utente clicca la notifica e questa viene chiusa
  • Notifica Persistente è il servizio tramite il quale si attiva una notifica sulla plancia di Home Assistant (nella sezione notifiche della barra laterale), per essere spenta l’utente deve prima aprirla.

Tramite Home Assistant è possibile inviare anche notifiche via Telegram, ma in questo caso bisogna effettuare delle operazioni preliminari che in questa guida non tratteremo.

Per provare ad utilizzare il servizio notifica puoi recarti tramite gli strumenti per sviluppatori della barra laterale nella sezione servizi e cercare notifica.

La configurazione è piuttosto semplice, basta specificare l’oggetto della notifica ed il messaggio della stessa.

Una particolarità sicuramente interessante è data dalla possibilità di scegliere se inviare la notifica ad un dispositivo in particolare o a tutti gli Smartphone su cui è installata l’app.

Facciamo un esempio per rendere più interessante l’argomento.

Diciamo che vogliamo essere avvisati dal nostro server domotico quando il ciclo di lavaggio della lavatrice è terminato.

Diamo per scontato che abbiamo una presa Smart collegata alla lavatrice tramite cui possiamo leggere la potenza istantanea e uno Smartphone su cui è installata l’app di Home Assistant.

L’automazione che dobbiamo scrivere dovrà agire secondo la seguente logica di funzionamento:

  • quando la presa lavatrice rileva una potenza assorbita > di 10 Watt per più di 1 minuto accendi l’interruttore boolean “Lavatrice in funzione”
  • quando la presa lavatrice rileva una potenza assorbita < di 3 Watt per più di 1 minuto spegni l’interruttore boolean “Lavatrice in funzione” e invia una notifica allo Smartphone.

Come avrai notato, nell’automazione ho inserito anche un interruttore boolean, il motivo è una più facile gestione delle automazioni legate allo stato di questo interruttore virtuale.

Avrei potuto scrivere un’automazione anche senza usare l’interruttore boolean ma in quel caso non avrei avuto sotto controllo a colpo d’occhio lo stato della lavatrice.

Questo tipo di automazioni sono particolarmente utili quando hai la necessità di ricevere dei promemoria come nel caso della lavatrice.

Inoltre avere degli interruttori boolean può tornare utile per un uso statistico, per sapere quante ore di funzionamento ha un determinato elettrodomestico e in che fasce orarie viene utilizzato.

Ricordiamo sempre che lo scopo della domotica è quello di rendere automatico ogni processo all’interno della nostra abitazione senza però stravolgere le nostre abitudini.

In tal senso è opportuno configurare le nostre automazioni in modo da renderci più agevole la gestione di quelle attività routinarie che scandiscono la nostra vita quotidiana.

Se opportunamente configurate le notifiche possono essere utili ad esempio per evitare che scatti il contatore a causa di un sovraccarico oppure per informare l’utente di situazioni che altrimenti potrebbero sfuggire.

Qualunque sia lo scopo per cui progetti la tua automazione l’utilizzo della notifica renderà tutto più semplice ed interessante.

Nelle prossime guide approfondiremo l’utilizzo dei tag NFC in combinazione con Home Assistant.

Continua a seguirmi anche su Facebook e Telegram