Panoramica dei nuovi servizi digitali dell’Agenzia delle Entrate tra cui dichiarazione di successione ed invio di documenti.

In questo breve articolo ti parlo dei nuovi servizi digitali dell’Agenzia delle Entrate tra cui dichiarazione di successione ed invio di documenti.

Il processo di digitalizzazione della pubblica amministrazione passa inevitabilmente dal sito dell’Agenzia delle Entrate che tra gli Enti pubblici è uno di quelli che ha maggiori contatti con il cittadino.

Già da qualche anno sul sito dell’Agenzia delle Entrate è possibile consultare il proprio cassetto fiscale, poi è arrivata la dichiarazione precompilata e più recentemente la fatturazione elettronica.

Adesso è la volta della dichiarazione di successione che può essere presentata direttamente online.

Il processo è totalmente assistito e le istanze possono essere corredate di richieste di volture catastali tramite l’area riservata del sito web.

I dati inseriti dall’utente vengono immediatamente verificati dall’Agenzia delle Entrate e quelli catastali vengono recuperati tra quelli già registrati in Catasto.

Durante la compilazione alcuni messaggi segnalano eventuali anomalie, riferite a dati non corretti o documenti non conformi, basati sulle informazioni già in possesso del fisco, per evitare errori.

Oltre alla dichiarazione di successione sono stati introdotti in questi giorni anche altri servizi digitali:

  • consegna documenti e istanze
  • rilascio dei certificati di attribuzione del codice fiscale e di attribuzione della partita Iva

la consegna documenti e istanze permette, dopo l’autenticazione, di dichiarare se si sta operando per conto proprio o di terzi.

Viene quindi selezionato l’ufficio destinatario, la tipologia di documento da inviare ed eventualmente aggiunta una breve nota.

Inviato il documento il sistema fornisce una ricevuta che attesta l’esito dell’invio, tutto comodamente dalla propria scrivania senza fissare appuntamenti ne effettuare code.

La procedura per il rilascio dei certificati di attribuzione del codice fiscale e di attribuzione della partita Iva permette in tempi brevissimi di scaricare il certificato richiesto.

Il tutto tramite una procedura guidata che termina con il rilascio del codice fiscale o della partita iva, documenti che fino a poco tempo fa andavano necessariamente richiesti in ufficio.

Come ti ho già detto in articoli precedenti l’accesso all’area riservata avviene tramite:

  • CNS
  • CIE
  • SPID 
  • credenziali già rilasciate dall’Agenzia delle Entrate (in via residuale fino al 30/09/2021)

Con questi nuovi servizi il sito dell’Agenzia delle Entrate diventa più user-friendly e facilmente utilizzabile anche con dispositivi mobili.

Infine è da segnalare che adesso i servizi possono essere aggiunti ai preferiti in modo da avere un’area riservata completamente personalizzata.

Continua a seguirmi anche su Facebook e Telegram