Una domanda: posso rispondere al videocitofono dallo Smartphone? Una risposta: Certo con i videocitofoni Smart

Se anche tu ti sei chiesto “Posso rispondere al videocitofono dallo Smartphone?” allora sei nel posto giusto, cerchiamo di rispondere insieme.

Questa è una domanda che può nascere da diverse esigenze, le più comuni sono:

  • la necessità di farti consegnare un pacco
  • simulare la tua presenza a discapito di quei malintenzionati che passano ogni giorno a citofonare per capire se c’è qualcuno in casa con chissà quali scopi

La risposta?

Si, si può rispondere al videocitofono dallo Smartphone e farlo è davvero molto semplice.

Per poter gestire il videocitofono dallo Smartphone è necessario sostituire il Videocitofono tradizionale con un modello connesso.

La maggior parte di questi videocitofoni connessi (detti anche Smart) sono compatibili con l’impianto citofonico tradizionale, il che significa che non dovrai fare alcun adeguamento all’impianto elettrico.

Sarà sufficiente infatti smontare l’unità di chiamata (la pulsantiera in strada) e l’unità di risposta (l’apparecchio in casa) e sostituirli con i nuovi modelli Smart.

L’unità di chiamata è simile a quelle tradizionali con una buona videocamera a colori grandangolare.

L’unità di risposta è invece costituita da uno schermo (di solito touch) LCD di dimensioni tra i 5 e i 7 pollici a colori con 1 o 2 tasti (fisici o a sfioramento) per aprire la porta e un eventuale altro ingresso.

L’unità di risposta si connette al tuo router e puoi configurarla direttamente dallo Smartphone tramite l’app proprietaria.

La medesima app ti permette, quando suonano al videocitofono, di rispondere ed interagire con chi è alla porta ed eventualmente di aprirgli la porta, tutto da remoto.

Le funzionalità di un videocitofono Smart non si limitano a farti rispondere dallo Smartphone, hai infatti la possibilità di:

  • cambiare la suoneria del videocitofono
  • registrare dei messaggi personalizzati da utilizzare come segreteria quando non rispondi
  • abilitare la possibilità per chi suona alla porta di lasciarti un videomessaggio in segreteria se non rispondi
  • controllare la videocamera dell’unità di chiamata come se fosse un dispositivo di videosorveglianza
  • comunicare tra Smartphone e unità di risposta come se fosse un interfono (pratico se vivi in una abitazione su più piani)

i videocitofoni Smart sono spesso dotati di tag RFID (tecnologia simile alla NFC di cui ti ho parlato qui) che ti permettono di aprire la porta avvicinando il tag all’unità di chiamata senza dover utilizzare le chiavi.

Dopo questa panoramica sul funzionamento e installazione dei videocitofoni Smart passiamo all’argomento spesso più spinoso, il prezzo.

Tra i più famosi e affidabili per prestazioni qualità c’è sicuramente il videocitofono Smart della Bticino.

Esiste in vari modelli a seconda che sia da installare in casa monofamiliare o bifamiliare.

Anche altre grandi case producono videocitofoni smart come ad esempio Vimar di cui puoi vedere un esempio qui.

Prossimamente vedremo come gestire l’apertura della porta direttamente con gli assistenti vocali (Google Home e Alexa).

In questo modo non avrai più bisogno di utilizzare lo Smartphone per aprire la porta, ti basterà autorizzare l’accesso direttamente tramite il tuo assistente vocale.

Continua a seguirmi anche su Facebook e Telegram.