Una breve presentazione su come rendere Smart l’antifurto grazie allo Shelly uno con contatto pulito.

In questo articolo voglio parlarti di come rendere Smart l’antifurto, utilizzando uno Shelly uno che grazie al suo contatto pulito ti permette di interfacciarti con la centralina del tuo allarme.

Se hai un allarme a casa e se stati rendendo Smart tutta la tua abitazione grazie ad Home Assistant sicuramente avrai sentito la necessità di controllarlo da remoto.

Molti allarmi sono già controllabili da remoto tramite modulo GSM oppure con il Cloud proprietario della casa costruttrice.

Di solito però il Cloud è un sistema chiuso che non si può interfacciare con Home Assistant, mentre il GSM può essere integrato nel nostro server con delle limitazioni.

Nel progetto di cui parleremo oggi vediamo come integrare nel nostro server domestico un allarme filare tradizionale.

Il progetto è piuttosto semplice, utilizzeremo uno Shelly uno con contatto pulito per inserire / disinserire l’allarme.

Per effettuare queste operazioni bisogna individuare sulla centralina dell’allarme degli ingressi che consentano l’inserimento dell’allarme.

Normalmente ogni centralina ha diversi ingressi programmabili, quindi sicuramente ce ne sarà almeno uno disponibile per le nostre esigenze.

È consigliabile chiedere il supporto di un elettricista programmatore professionista per individuare l’ingresso da utilizzare con lo Shelly uno.

Una volta individuato l’ingresso giusto non dovremo far altro che collegare lo Shelly uno avendo cura di definire (tramite l’apposito jumper) la tensione di ingresso.

La tensione di ingresso dovrà essere la stessa della centralina se vogliamo collegarlo alla linea dell’antifurto (di solito è a 12v).

I collegamenti saranno i seguenti:

  • L è ingresso linea in tensione (12v)
  • N è neutro
  • 0 è contatto chiuso (da collegare all’ingresso della centralina antifurto)
  • 1 è contatto aperto (da collegare all’ingresso della centralina antifurto)
  • SW è (opzionale) segnalazione stato inserimento (da collegare all’uscita OUT della centralina

Dopo aver effettuato i collegamenti bisogna programmare lo Shelly.

La prima programmazione dovrà essere fatta tramite l’app Shelly e servirà per definire il funzionamento dell’interruttore.

Nelle impostazioni l’unica opzione fondamentale è quella che riguarda il funzionamento in DETACH, una specifica funzione che permette di monitorare lo stato di inserimento.

Dopo aver impostato il tutto nella app Shelly dovrai passare ad Home Assistant e configurare l’itegrazione Shelly.

Una volta attivata l’integrazione verranno importati i tuoi relè Shelly e quindi troverai disponibile in Home Assistant quello che hai appena configurato per l’antifurto.

Il tuo relè sarà disponibile con vari sensori, ma quelli che ti interessano sono lo stato di inserimento e lo switch ON / OFF.

Ora che hai importato tutto sul tuo server domotico non ti resta che creare automazioni o scene per inserire / disinserire il tuo antifurto a seconda delle necessità.

Per una questione di sicurezza ti consiglio di impostare (nell’app Shelly) il funzionamento del relè su rete locale in modo da evitare possibili intrusioni non autorizzate dall’esterno.

Continua a seguirmi anche su Facebook e Telegram