Una breve guida per rendere smart l’irrigazione con meno di 40 € utlizzando un Sonoff 4CH Pro R2 collegato alle elettrovalvole.

In un altro articolo (che trovi qui) ti ho parlato delle centraline smart per l’impianto di irrigazione oggi invece ti mostro come rendere smart l’irrigazione con meno di 40 €.

Il concetto di base è che le stesse operazioni che puoi fare con una centralina tradizionale puoi farle anche con uno switch smart a 4 uscite programmabile come vuoi.

Quando in passato ti ho presentato i dispositivi domotici come gli Shelly o i Sonoff mi sono concentrato sugli interruttori, questo perché la maggior parte dei progetti prevedono il loro impiego nella trasformazione di un punto luce da tradizionale a domotico.

In questa guida invece vedremo come possiamo utilizzare uno switch smart per gestire il nostro impianto di irrigazione.

Il dispositivo in questione è il Sonoff 4CH Pro r2 che è uno switch con 4 contatti puliti programmabile a piacimento e comandabile via telecomando in RF a 433Mhz.

Diamo per scontato che stiamo parlando di un impianto di irrigazione che abbia al massimo 4 elettrovalvole, se fossero di più servirebbe un numero maggiore di Sonoff 4 CH.

Prima di effettuare i collegamenti è opportuno impostare il nostro dispositivo smart in modo che faccia funzionare i canali in maniera alternata (se uno è aperto gli altri sono chiusi) così potrai irrigare una zona alla volta.

Questa operazione viene effettuata aprendo il Sonoff e spostando l’apposito selettore (l’unico presente) come indicato nelle istruzioni a corredo.

Possiamo quindi collegare le elettrovalvole alle uscite del dispositivo. La configurazione avverrà direttamente in app.

Richudiamo il Sonoff e alimentiamolo con il suo trasformatore o in alternativa direttamente tramite la linea a 220v di casa.

Dopo aver avviato l’app possiamo procedere all’accoppiamento del Sonoff 4CH, il dispositivo verrà immediatamente riconosciuto e l’app ti mostrerà una schermata con i tasti per comandare le singole uscite.

A questo punto resta solo da programmare le singole uscite (zone) secondo le nostre necessità.

Qualcuno potrebbe chiedere: “cosa cambia rispetto ad una centralina tradizionale?

La risposta è: “Tutto

Perché la programmazione può essere fatta decidendo degli orari di attivazione e il tempo di irrigazione ma oltre a questi criteri piuttosto “standard” possiamo adattare tutte le variabili del caso.

Le variabili possono essere legate ad esempio al meteo, l’app infatti rileva il meteo della posizione da te impostata e nel caso di condizioni piovose inibisce l’avvio dell’irrigazione.

Inoltre, come ti accennavo il Sonoff 4CH è comandabile anche tramite telecomando RF, di conseguenza puoi gestirne il funzionamento anche tramite il Broadlink RM 4 Pro (di cui ti ho parlato qui).

Se integri il sonoff nell’app Broadlink si presuppone che tu abbia altri dispositivi collegati all’RM 4 Pro, con questa opzione, oltre a creare tutte le scene e le automazioni che vuoi, avrai il vantaggio di pilotare tutti i tuoi dispositivi con una sola app.

Inutile dirti che i comandi puoi impartirli da remoto grazie alla possibilità delle app di connettersi al WIFI di casa e in più la gestione può avvenire anche tramite assistenti vocali o servizio IFTTT.

Con questa breve guida ho voluto introdurre una nuova serie di articoli del sito che dedicherò alla domotica fai da te.

L’idea è quella di prendere il meglio dalle varie tecnologie, reti e funzioni di cui sono dotati i dispositivi smart in commercio e adattarlo alle nostre esigenze per creare una domotica su misura.

Il progetto può sembrare ambizioso ma facendo un passo alla volta raggiungeremo sicuramente il traguardo.

Continua a seguirmi anche su Facebook e Telegram.