Breve spiegazione su come scaldare gli ambienti con stile grazie ai quadri riscaldanti a parete con radiazioni ad infrarossi.

Oggi vediamo come scaldare gli ambienti con stile, infatti la categoria di prodotti di cui ti parlo sono dei veri e propri quadri da appendere in casa.

Precisamente si tratta di quadri riscaldanti, oggetti d’arredo che svolgono anche la funzione di riscaldamento grazie al calore diffuso tramite infrarossi.

Le radiazioni infrarosse emesse dalla piastra posizionata sul retro del quadro colpiscono tutti gli oggetti presenti nel loro raggio d’azione riscaldandoli un po’ come fa il sole.

Quindi questi quadri, a differenza dei sistemi tradizionali, non scaldano l’aria generando flussi d’aria e muovendo le polveri, ma trasmettono calore agli oggetti presenti nella stanza.

In questo modo la temperatura raggiunta viene mantenuta per più tempo e anche a quadro spento i tempi di raffreddamento della stanza sono più lunghi.

Ovviamente non dobbiamo pensare ai quadri riscaldanti come dei sostituti del classico impianto di riscaldamento ma sicuramente contribuiscono a scaldare gli ambienti e in particolare con il loro funzionamento trasmettono una sensazione molto piacevole.

Guardando ai consumi il quadro riscaldante è disponibile in varie taglie (espresse in Watt) e comunque, soprattutto in quelle più grandi è possibile regolare tempo di impiego e potenza.

Che l’ambiente da scaldare sia piccolo, come ad esempio un bagno o più grande, come una camera da letto o uno studio, un quadro con potenza tra i 600 e i 1100 watt sarà in grado di donare una piacevole sensazione di benessere contribuendo a raggiungere la giusta temperatura.

Diversi di questi quadri riscaldanti dispongono anche di termostato che permette di spegnerli al raggiungimento della temperatura impostata e alcuni sono gestibili anche via app.

Un’ulteriore considerazione va fatta nel caso in cui sia disponibile in casa un impianto fotovoltaico.

Se hai installato i pannelli solari, infatti, potrai utilizzare i quadri riscaldanti a costi bassissimi concentrandone il funzionamento nelle ore di maggiore produzione fotovoltaica.

Ovviamente il discorso è valido se la tua casa è ben isolata e quindi ha una buona capacità di trattenere il calore.

Di seguito puoi vedere qualche esempio di quadro riscaldante.

Continua a seguirmi anche su Facebook e Telegram