Panoramica degli Shelly prodotti per ogni necessità grazie alla semplice programmazione del loro funzionamento in ogni situazione

Già in altri articoli ti ho parlato degli interruttori Smart, oggi in particolare parliamo di Shelly prodotti per ogni esigenza.

Shelly produce diversi dispositivi che si adattano ad ogni necessità e permettono di controllare la propria casa da remoto con semplici programmazioni tramite App.

L’App si chiama Shelly Cloud e permette di:

  • trovare i dispositivi appena installati
  • assistere l’utente nella fase di associazione tra dispositivo e rete WIFI
  • configurare il funzionamento del dispositivo
  • gestire ogni dettaglio (dalla connessione al Cloud al tempo di autoaccensione o autospegnimento)
  • aggiornare il firmware del dispositivo

Inoltre l’utilizzo dei prodotti Shelly risulta molto utile grazie all’integrazione nativa con Home Assistant che permette di rilevare ogni parametro per definire le proprie automazioni.

Quindi possiamo riassumere l’impiego dei dispositivi Shelly in questo modo:

  • prima configurazione tramite app proprietaria
  • integrazione in Home Assistant
  • programmazione delle automazioni in base alle proprie esigenze

Tra i prodotti Shelly quelli maggiormente utilizzati in campo domotico sono:

  • Shelly 1 v3 (un relè con contatto pulito che può funzionare a 220v o a 12v)
  • Shelly 2.5 (un relè con 2 contatti molto utile nell’utilizzo con le tapparelle motorizzate)
  • Shelly EM (un dispositivo in grado di leggere i consumi elettrici tramite pinze amperometriche)

Il catalogo Shelly è ricco di molti altri dispositivi che in base alle loro funzioni potranno essere utili per specifiche esigenze.

Ad alcuni dei prodotti appena menzionati ho già dedicato degli articoli su questo sito quindi eviterò di ripetermi con ulteriori recensioni.

Quello su cui voglio invece soffermarmi è l’integrazione Shelly di Home Assistant che grazie a piccoli accorgimenti, ampiamente spiegati nella documentazione ufficiale, funziona in modo ottimale.

Mi riferisco in particolare al protocollo di comunicazione utilizzato dall’integrazione “CoIoT” che rende la trasmissione dei comandi e degli stati immediata.

Questo protocollo è già abilitato di default sui dispositivi Shelly con firmaware successivo all’1.10.

Per ottimizzare la comunicazione con Home Assistant è sufficiente recarsi all’indirizzo IP dello Shelly (tramite app Shelly Cloud guardare alla voce “informazioni dispositivo”) e poi nelle impostazioniinternet & security”.

Qui selezionando AVANZATE è OPZIONI SVILUPPATORE dovrai inserire nella casella di testo sotto l’abilitazione al CoIoT, al posto della voce MULTICAST, l’indirizzo IP del tuo server domotico seguito dalla porta 5683.

Dopo aver effettuato queste impostazioni, riavvia il tuo dispositivo Shelly e vedrai che su Home Assistant il cambio stato e la reattività ai comandi sarà immediata.

Altra cosa importante, più che altro per una questione di sicurezza, è la possibilità di disattivare il CLOUD degli Shelly e continuare ad usarli in rete locale solo tramite Home Assistant.

Per disabilitare il CLOUD trovi l’impostazione direttamente nell’App Shelly Cloud, ovviamente se poi il tuo Home Assistant è raggiungibile dall’esterno avrai comunque la possibilità di comandare i dispositivi Shelly da fuori casa, ma senza passare dai server Shelly.

Continua a seguirmi anche su Facebook e Telegram