Breve guida per spostare Home Assistant su SSD, nel caso in cui sia installato su microSD su Raspberry Pi4.

Oggi vediamo come spostare Home Assistant su SSD partendo da un’installazione funzionante su microSD su Raspberry Pi4.

Chi utilizza Home Assistant facendolo girare su microSD installata in un Raspberry sa che l’affidabilità di questo supporto non è il punto forte.

Il problema dell’affidabilità è da imputare proprio alla microSD che è un supporto progettato per ricevere scritture di dati randomiche e non continue come invece avviene con il server domotico.

Home Assistant scrive continuamente dati forniti dai vari sensori e questa mole di lavoro è mal sopportata dalla microSD che finisce per non funzionare più correttamente.

Per prevenire eventuali danni al nostro server domotico ci sono sostanzialmente 2 possibili soluzioni:

  • installare solo il sistema operativo (Home Assistant) su microSD e spostare tutti i dati su SSD
  • installare tutto su SSD

Entrambe le possibilità offrono i propri vantaggi ma per praticità quella di cui parlo oggi è la seconda, installare tutto su SSD.

Per effettuare questa operazione avremo bisogno di:

  • 1 disco SSD
  • 1 microSD (diversa da quella su cui è già installato Home Assistant)
  • 1 adattatore USB per dischi SSD
  • Il software messo a disposizione da Raspberry

Preciso che questa guida è valida esclusivamente per Raspberry Pi4.

Iniziamo:

  • collega tramite adattatore USB il nuovo SSD al tuo PC;
  • scarica dal sito ufficiale di Raspberry il software necessario (Raspberry Pi Imager)
  • Avvia Raspberry Pi Imager e seleziona SCEGLI SO ==> OTHER PURPOSE SPECIFIC SO ==> HOME ASSISTANT ==> HOME ASSISTANT  OS 6.2 (RPI 4/400)
  • Definisci dove installare selezionando SCEGLI SD ==> “NOME DEL DISCO SSD” (probabilmente l’unico disponibile nella lista) ==> SCRIVI
  • Attendi il completamento della procedura di scrittura del disco e la verifica
  • Scollega il disco SSD dal PC

Ora che il tuo SSD è pronto dobbiamo predisporre il Raspberry Pi4 per funzionare come ci aspettiamo ovvero avviando Home Assistant da porta USB (su cui sarà collegato il disco SSD)

  • Prendi la microSD nuova (non quella che c’è nel tuo Raspberry) e collegala al PC.
  • Dalla finestra principale di Raspberry Pi Imager seleziona SCEGLI SO ==> MISC UTILITY IMAGES ==> RASPBERRY ==> USB BOOT
  • Definisci dove installare selezionando SCGLI SD ==> “NOME DELLA TUA MICROSD” ==> SCRIVI
  • Al termine della procedura rimuovi la microSD dal PC.

Spostiamoci ora su Home Assistant, effettua un Backup (se non lo hai già fatto) quindi arresta il Raspberry (SUPERVISOR ==> SISTEMA ==> ARRESTA HOST)

  • Stacca l’alimentazione del Raspberry Pi4 e rimuovi la microSD avendo cura di riporla in un luogo sicuro fino a quando non avremo terminato le operazioni di migrazione su SSD.
  • Ora inserisci la microSD nuova (quella che hai scollegato dal PC poco prima) nel tuo Raspberry e ricollega l’alimentazione.
  • Quando il led di stato del tuo Raspberry comincerà a lampeggiare di verde vorrà dire che l’aggiornamento è terminato.
  • Scollega nuovamente l’alimentazione e rimuovi la microSD dal Raspberry quindi collega ad una porta USB 2.0 il disco SSD tramite l’adattatore USB.

È importante utilizzare la porta USB 2.0 e non la 3.0 in quanto quest’ultima crea interferenze e malfunzionamenti con dispositivi Zigbee.

  • Collega l’alimentazione del Raspberry e attendi una decina di minuti.

Dal tuo PC se provi a collegarti ad Home Assistant (l’indirizzo IP dovrebbe essere sempre lo stesso, altrimenti dovrai desumerlo dal tuo router) vedrai la pagina iniziale di accesso.

Crea un nuovo utente (provvisorio) ed accedi ad Home Assistant quindi recati in SUPERVISOR è BACKUP e con i 3 puntini in alto a destra scegli “carica” selezionando il backup creato poco prima.

Ora non devi far altro che attendere il tempo necessario al ripristino del tuo BACKUP (il tempo dipende dalla quantità di dati).

Finita la procedura Home Assistant tornerà accessibile esattamente come prima con la differenza che tutto sarà più stabile vista la presenza di un SSD al posto della microSD.

I primi 2 o 3 riavvii potrebbero essere un po’ più lenti del solito ma poi noterai la differenza anche in velocità di risposta del disco SSD rispetto alla microSD.

Continua a seguirmi anche su Facebook e Telegram